posts - 8, comments - 11, trackbacks - 2474

Thursday, July 20, 2006

La sottile essenza del fare bene

C'e' senz'altro in alcune persone una mancanza di stima in se stessi che fa piu' danni di una grandinata d'agosto. Di solito, chi si vuole bene, vuole bene anche al prossimo e si vive allora una situazione di tranquillita' e armonia dove le cose funzionano. Stamattina non credo di aver trovato le persone giuste, visto che sentirmi rispondere dal piu' noto rivenditore di prodotti telecom della zona, alla mia semplice domanda di quali fossero i parametri per la configurazione di un moedm adsl per Alice, che ne aveva venduti centinaia e nessuno glieli aveva mai chiesti, beh, allora non so se ti vuoi bene davvero, perche' senz'altro dovrebbe aver sentito il mio pensiero profondo suggerirgli una passeggiata fino a quel paese. E nemmeno uno sprovveduto tecnico che alla domanda dell'attivazione di Xp nel pc di un cliente mi risponde: "si, portatelo qui in negozio che lo cracchiamo ...".
A volte rifletto su cosa ho imparato in questi ultimi 5 anni che con fatica cerco di imparare uno dei mestieri piu' interessanti e creativi del mondo; a volte mi domando se mi voglio bene veramente io o se fosse il caso di far riflettere ogni tanto qualcuno che fa dell'ignoranza altrui la propria fonte di guadagno.
Pirsig, nel suo "Lo zen a l'arte della manutenzione della motocicletta" diceva che il ben operare si riconosce e viene riconosciuto, perche' porta solo benefici. Allora, giungo alla conclusione, che la miglior cosa e' volermi bene ...

posted @ Thursday, July 20, 2006 10:38 PM | Feedback (193) |

Powered by:
Powered By Subtext Powered By ASP.NET