DevAdmin Blog

Blog di Ermanno Goletto (Microsoft MVP Directory Services - MCSE - MCSA - MCITP - MCTS)
posts - 1026, comments - 598, trackbacks - 8

My Links

News

Il blog si è trasferito al seguente link:

www.devadmin.it

Avatar

Visualizza il profilo di Ermanno Goletto su LinkedIn

Follow ermannog on Twitter


Il contenuto di questo blog e di ciascun post viene fornito “così come é”, senza garanzie, e non conferisce alcun diritto. Questo blog riporta il mio personale pensiero che non riflette necessariamente il pensiero del mio datore di lavoro.

Logo Creative Commons Deed


Logo SysAdmin.it SysAdmin.it Staff


Logo TechNet Forum TechNet Italia @ForumTechNetIt Follow TechNet Forum on Twitter


Logo MVP

Article Categories

Archives

Post Categories

Blogs

Friends

Knowledge Base

MVP Sites

Resources

Raid 5 vs Raid 10

Il confronto tra Raid 5 e Raid 10 è uno degli argomenti più dibattuti su forum e blog. La domanda è all’incirca sempre la stessa avendo a disposizione 4 dischi è meglio configurare una Raid 5 o un Raid 10 (o 1+0).

Raid 5

image

  • Sopporta il fault di un disco, la rottura di un secondo disco comporta la perdita dei dati.
  • Il numero massimo di dischi è teoricamente illimitato, ma normalmente si mantiene il numero massimo a 14 o meno in quanto la probabilità che due dischi del sistema si rompano in successione cresce con il crescere del numero di dischi.
  • È buona norma utilizzare dischi identici ma di partite differenti (numeri di serie e/o date di produzione distinti).
  • Consente letture parallele, ma scritture più lente a causa del calcolo della parità (4 accessi al disco per ogni operazione I/O).
  • La capacità totale è pari a Capacità disco * (N° dischi-1).

Raid 10 o (1+0)

image

  • Ogni disco di ogni sistema RAID 1 può danneggiarsi senza far perdere dati al sistema. Ovviamente la rottura del disco rimasto comporta la perdita dei dati.
  • Offre i vantaggi del livello RAID 0 in termini di prestazioni e del livello RAID 1 in termini di ridondanza.
  • Per aumentare la capacità occorre sempre aggiungere un minimo di due dischi.
  • La capacità risultante è la metà della somma delle singole capacità dei dischi.

Quale configurazione è meglio scegliere?

La risposta corretta è come spesso accade nell’informatica “dipende”.

Se valutiamo le due configurazioni Raid nell’ottica di utilizzare per SQL Server come riportato nel seguente Physical Database Storage Design valgono le seguenti considerazioni:

“For excellent performance and high reliability of both read and write data patterns, use RAID10. For read-only data patterns, use RAID5.”

“Before you decide on the hardware configurations, such as whether to use RAID5 or RAID10, how many spindles to use, or what interface to use, you should determine how the database file architecture will be configured.”

Raid 5

Raid 10

Reliability

Good

Can tolerate single machine fault.

Excellent

Storage Efficiency

>50%, <100%

(#drives -1/#drives)

50%

Random Read

Excellent

Excellent

Random Write

Fair

Generally better with larger stripe sizes.

Very good

Sequential Read

Very good

Generally, better with smaller stripe sizes

Excellent

Sequential Write

Fair

Very good

Cost

Moderate

High

Recommended use

Very good for Read only data

Data requiring high performance for both read and write and excellent reliability while trading off storage efficiency and cost

 

Dal seguente post Yet another RAID-10 vs RAID-5 question del blog di Adaptec la conclusione sul confronto Raid 5 / Raid 10 è la seguente:

The bottom-line is that the more writes you have the more RAID-5 will hurt performance. But if writes are rare, then the improved capacity of RAID-5 may warrant the slight performance hit.

Morale nel caso di SQL Server potremmo dire che nel caso di OLTP avendo a disposizione 4 dischi probabilmente è meglio usare un RAID 10, mentre nel caso OLAP un RAID 5. Per una prova compartiva si veda Disk Performance Hands On, Part 5: RAID 10 vs. RAID 5.

Ovviamente nel caso di più dischi rimane valida la diversificazione:

  • SO su RAID 1
  • Pagefile su disco dedicato (RAID 0 a 1 disco)
  • Log file su RAID 10
  • File database su RAID 5
  • Temp DB su disco dedicato (RAID 0 a 1 disco)

Per Exchange nel caso per piccole installazione conviene utilizzare il RAID 10 dal momento che il sistema dovrà eseguire sia operazioni di lettura che di scrittura. Per migliori performance è possibile anche in questo caso utilizzare il RAID 5 per mailbox database (.edb) e il RAID 10 per i log. A riguardo si veda Understanding Storage Configuration.

Analoghe considerazioni vanno fatte in Hyper-V dove in linea generale si può dire che se i VHD non subiscono un gran numero di scritture, ma vengono spesso letti conviene memorizzarli su un RAID 5, in caso contrario è meglio optare per un RAID 10.

Per ulteriori informazioni si veda anche la sezione Understanding RAID Concepts della Dell OpenManage™ Server Administrator Storage Management User's Guide.

Print | posted on Monday, July 04, 2011 11:01 AM | Filed Under [ Links Database IT Exchange Virtualization ]

Powered by:
Powered By Subtext Powered By ASP.NET